La lingua

La parlata della Superba è una lingua a tutti gli effetti. L’UNESCO la riconosce come tale, e la tutela con il nome di lingua Ligure.

Una lingua romanza, proprio come l’italiano, il francese, lo spagnolo o il rumeno. Ha avuto largo uso negli scambi commerciali, tanto da far parte, in passato, di una particolare “lingua franca” mediterranea, conosciuta persino nelle Indie. Gode di una tradizione letteraria che parte dal XIII secolo e arriva fino ai giorni nostri.

Il genovese è quindi la “varietà illustre” della lingua ligure. A causa del predominio politico di Genova sulla Liguria nei secoli passati, il termine “genovese” può riferirsi anche alle varianti delle Riviere o dell’entroterra, leggermente diverse dalla parlata del capoluogo.

Varianti dialettali della Lingua Ligure, da uno studio di Fiorenzo Toso (La letteratura in genovese, Toso, F., Vol. I, pag. 24, Le Mani, 1998, Recco)

Varianti dialettali della lingua ligure, da uno studio di Fiorenzo Toso (La letteratura in genovese, Toso, F., Vol. I, pag. 24, Le Mani, 1998, Recco)
(Clicca per ingrandire l’immagine)

  • D: Come si legge e come si scrive il genovese? Dove trovo testi e canzoni per esercitarmi?
  • R: I siti dedicati al genovese sono molti. Su www.zeneize.net, oltre alle regole di grafia, puoi trovare un’antologia di pezzi in prosa, poesia, canzoni tradizionali e moderne con audio.
  • D: Come si traduce questa parola in genovese? Cosa significa quest’altra in italiano?
  • R: Puoi consultare il nostro Grande dizionario della lingua genovese, inserendo la parola che cerchi nell’apposita casella.
  • D: Ho deciso: voglio imparare il genovese! Chi me lo può insegnare?
  • R: Puoi scegliere di seguire il nostro corso, dove potrai imparare in modo informale e divertente. Non dimenticare di seguirci su Facebook e di condividere i nostri contenuti!